Metropolinvisibile

Musica Metropoli Movimento

Azione all’ambasciata italiana

Posted by metropolinvisibile su marzo 13, 2010

Vienna – Uniriot Network contro il processo Rewind
Azione all’ambasciata italiana


Questa mattina gli studenti della rete delle facoltà ribelli Uniriot hanno manifestato sotto la sede dell’ambasciata italiana di Vienna bloccando la strada antistante, con uno striscione che diceva “No rewind, rewave. We were all behind that shield”, in solidarietà con gli studenti imputati nel processo “Rewind”.

Il 6 luglio 2009 la procura di Torino tramite il procuratore generale Giancarlo Caselli, con l’operazione denominata “Rewind”, ordina 21 mandati di carcerazione a carico di attivisti dell’onda studentesca di varie città italiane, nel corso dell’autunno si aggiungeranno all’elenco indagati altri attivisti, alcuni dei quali tutt’ora sottoposti a misure restrittive della libertà.

Ciò che viene loro imputato e’ di aver preso parte alla grande mobilitazione del 19 maggio 2009 a Torino contro il G8 University Summit e ai disordini con le forze dell’ordine che presidiavano la zona rossa del vertice.

L’undici marzo la prima udienza preliminare di questo processo ha visto la richiesta da parte del pm di pene che vanno dall’anno e sei mesi all’anno e dieci mesi: gli studenti rivendicano di aver deciso collettivamente la violazione della zona rossa nella quale si stava svolgendo il summit ritenuto illegittimo.

L’iniziativa è avvenuta nell’ambito della partecipazione della rete al controvertice viennese in concomitanza con la conferenza europea dei ministri dell’istruzione per festeggiare i dieci anni dalla dichiarazione di Bologna.

English version:

This morning the students of the italian network Uniriot made a blockade in the street outside the italian Embassy. They protested against the so called “Operation rewind”. After the 2008 cutbacks of public funds for the education, a big protest rased in all main universities of italy.

On the 19th of May 2009 the italian students movement, the “anomalouswave”, protested against the G8 University summit in Turin. It was a
radical demonstration of opposition to the Bologna-process to reclaim freedom and quality of education, autonomous and critic knowledge and a new welfare for students and precarious. One month later 21 students get arrested for that demostration, the operation was called “Rewind”.

In these days in Italy started the process and also here in Wien the italian students want to denounce the absurdiy and the injustice of
this legal operation. The italian banner says “We were all behind that shield” affirming the common responsability for the protest.

Here in Wien this demonstration has the support of all theBolognaburns network. As students of all Europe we reclaim our right to demostrate and to decide on our future.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: